venerdì 21 giugno 2013

Come fare le valigie per non dimenticare nulla

donna a New york
Quante volte ci capita di fare le valigie, pensare di aver preso tutto e poi, una volta arrivate a destinazione, scoprire di aver dimenticato qualcosa?

Per evitare che questa brutta esperienza si ripeta, ci ripromettiamo ogni volta di fare più attenzione ma puntualmente ecco che ci ricaschiamo. Come si fa a fare una valigia perfetta, che contenga tutto ciò che ci serve e allo stesso tempo non sia troppo piena o eccessivamente pesante? La parola chiave è organizzazione.

Da anni ormai penso di aver trovato un metodo perfetto, che tiene lontane le brutte sorprese: la famigerata lista. Penna e foglio, prendo nota di tutto ciò che mi serve, ricontrollo di non aver scordato nulla e spunto ogni voce man mano che metto in valigia.

Per preparare la lista degli oggetti da mettere in valigia, seguo un metodo infallibile. Innanzitutto metto in borsa a portata di mano tutto ciò che mi servirà per il viaggio: se per esempio prevedo di prendere l'aereo, metto passaporto e biglietto in una cartelletta portadocumenti e controllo di avere con me una penna per compilare eventuali moduli per l'immigrazione se viaggio all'estero. A questo punto aggiungo soldi, fazzolettini, libri o altri passatempi, occhiali da sole, pettine, qualche trucco per darmi una sistemata prima dell'atterraggio. Insomma, tutto ciò che può essere utile avere per il viaggio.

Poi passo a considerare tutto ciò che devo mettere nella valigia grande e procedo in questo modo: prendo una giornata tipo e la ripercorro dall'inizio alla fine, segnando sulla lista gli oggetti che dovrò usare in questa ipotetica giornata. Per esempio, penso che mi alzo la mattina, metto le ciabatte e vado in bagno a lavarmi i denti (spazzolino, dentifricio, filo interdentale, collutorio) e il viso (latte detergente, tonico, crema idratante), poi mi preparo per andare al mare (costume, pareo e/o copricostume, cappello, borsa da spiaggia, creme protettive). Di questo passo, arrivo fino a sera, al momento di indossare il pigiama.
A seconda della durata del soggiorno e dello spazio in valigia, valuto se posso portare con me più varianti dello stesso capo o accessorio o se devo limitare le scelte a un paio di alternative.
Infine, se durante la vacanza che ho scelto prevedo di non fare unicamente vita da mare ma di unire anche visite culturali o escursioni avventurose, inserisco in valigia anche vestiti o calzature adatti a queste occasioni.

Per rendere più divertente la stesura della vostra lista per la valigia perfetta, potete scegliere di farlo in modo tecnologico, utilizzando un'app specifica come BagList, particolarmente utile nel caso in cui vogliate memorizzare l'elenco e riutilizzarlo nelle vacanze future.


Nessun commento:

Posta un commento